Ridi…folle!

Ridi…folle!

E la strada si allarga si restringe
E i sassi son tanti…
Grido alle stelle
Ma non son più quelle,
e scrivo per disattenzione
alla volgare legge del non
scrivere cazzate…

eri un poeta lungo il viale
ma sei rimasto al tramonto
senza parole..

e scricchiola la neve sotto i passi
e cambiano colore i camaleonti
vicino i sassi…

piangono parole gli innamorati
al capolinea,
piangono parole i cantanti
affannati a cercar rime…
un bimbo ride con la caramella
in mano…

e lontano due si baciano
e i bimbi ridono a guardare,
e lo scrocchio di un bacio,
il ticchettio di un tasto del pc
che riporta qualcosa di scritto…

e da lontano si sente un vociare:
“ miserabile raccontatore
di cazzate…continui a scrivere
parole che uccidono fogli,
fanno saltare tasti,
e rendono calci in culo
a te che ancora sogni
dietro tristi persiane
di anticorodal”…

Ridi bambino,
ridi pagliaccio,
ridi poeta,
ridi Cosimo Pricci
che ancora una volta
impari a non esser poeta
ma folle…

Autore
Cosimo Pricci
(Willy Parsifal)
05/06/2016

 

ridi-folle

Annunci

Informazioni su Willy Parsifal

Sono un Buffone che si diverte a giocare con le parole...cercherò, proverò a riportare tra queste pagine, le mie parole, i miei pensieri...
Immagine | Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...