Morte di un poeta

Non ho più voglia di scrivere,

non ho più voglia di raccontare,

e stanco l’anziano poeta

si andò a riposare…

troppo lunghi i giorni

troppo corti i sogni

in questa bottiglia

di vetro verde…

un rosso liquido

cadeva dalla tavola

imbandita,

non era vino era sangue,

quello che scorreva

nel corpo del poeta…

piangevano vedove

inconsolabili,

dicendo era buono

era bravo…

ma dietro la bara

e al cimitero

nessuno…

il testamento cancellato

da una pioggia incessante,

la banda contestata

da suoni di clacson

intorno

il logorio dell’ uomo moderno..

moriva il classico,

l’antico, il pensiero

filosofico, e dava spazio

all’uomo moderno…

Autore

Cosimo Pricci

(Willy Parsifal)

20/10/2015

morte di un poeta

Annunci

Informazioni su Willy Parsifal

Sono un Buffone che si diverte a giocare con le parole...cercherò, proverò a riportare tra queste pagine, le mie parole, i miei pensieri...
Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...